LG Nexus 4

18:26

Finalmente dopo tante attese e tanti rumor, Google ed LG hanno presentato ufficialmente il nuovo Smartphone Nexus 4, il nuovo erede della famiglia Google Experience.





























Il Nexus 4, così chiamato proprio per essere il quarto degli smartphone Nexus, riprende il design del suo predecessore anche se non risulta più curvo ma appiattito e con una trama a pixel sul retro, mentre le forme rimangono sempre arrotondate. Con uno spessore di soli 9.1 mm ed un peso di 139 grammi lo smartphone risulta molto elegante, grazie anche alla sua colorazione grigio-scuro. Le altre dimensioni sono: 133.9 mm di altezza e 68.7 mm di larghezza.
  • processore Quad core 1,5 GHz Qualcomm Snapdragon S4 Pro (Krait CPUs) 
  • 2 GB di RAM
  • 8/16 GB memoria interna    
  • fotocamera posteriore da 8 megapixel con flash LED capace di registrare video in full-HD
  • fotocamera anteriore da 1,3 megapixel
  • NFC, WiFi, Bluetooth
  • batteria da 2.100 mAh Li-Polymer (15.3 ore in chiamata, 390 ore in standby)
  • dimensioni 133.9 x 68.7 x 9.1mm
  • peso 139gr
  • sistema operativo Android 4.2 Jelly bean
Il display come si era ipotizzato ha una dimensione inferiore ai 5 pollici ed una risoluzione HD con una densità di pixel altissima, di gran lunga superiore a quella dell’iPhone con il suo display retina.
Il Nexus 4 monta un processore Snapdragon S4 Pro da ben 1500 MHz con chip grafico Adreno 320 ed un’eccezionale  memoria RAM da ben 2 GB.
Come per tutti gli altri modelli della serie Nexus, quest’ultimo non ha supporto alla microSD secondo la politica adottata da Google ed offre due possibili configurazioni per quanto riguarda la memoria di archiviazione di massa: 16 e 32 GB con in più la possibilità di archiviare dati nel Google Drive.
Il nexus 4 possiede una fotocamera posteriore con sensore da 8 megapixel con risoluzione HD ed un flash a LED oltre che una fotocamera anteriore da 1.3 megapixel.
Questo è il terzo partner scelto da Google per realizzare i dispositivi smartphone Nexus, che nonostante il successo ottenuto dalla collaborazione con Samsung, si è orientata questa volta verso un altro produttore, in principio era stato HTC con il Nexus One.
Queste collaborazioni con produttori sempre diversi, sono sicuramente positive per Android in quanto sensibilizzano sull’importanza degli aggiornamenti, è sempre più probabilme quindi che la Google Experience possa presto diventare uno standard per tutte le compagnie produttrici.
Il Nexus 4 sarà disponibile in versione da 8 GB ad un prezzo di $299 che probabilmente si tradurranno in €299, mentre la versione da 16 GB sarà proposta a $349 che si tradurranno in €349. Lo smartphone sarà disponibile in USA a partire dal 13 Novembre ed in Europa verso fine Novembre.

Galaxy S III ed iPhone 5 disintegrati dal frullatore Blend (video)

15:17


Ogni qual volta che esce un top gamma, su internet impazzano video di ogni genere. Si parte dai classici crash test, al test di resistenza all’acqua ed i test sulla brace, per non parlare anche di tanti altri test. Mancava però giusto all’appello l’ultimo inutile test, quello del famoso Tom Dickson della Blendtec con il suo frullatore Total Blender. I protagonisti di questo scontro sono i top gamma delle due case produttrici più in voga del momento: il Samsung Galaxy S III e l’iPhone 5.
Secondo voi chi vincerà? Ovviamente nessuno dei due. Infatti, l’incontro termina alla pari con tutti e due gli smartphone che finiscono letteralmente sbriciolati. Questo video naturalmente non è fatto per mostrare la resistenza dei due smartphone, ma serve a dimostrare che questo enorme frullatore può frullare praticamente ogni cosa, persino gli smartphone. Naturalmente vi diciamo, e lo ripete anche Dickson nel video, di non riprovare a fare questo esperimento a casa perchè è molto pericoloso.
Siete pronti a vedere questo video? Se si, buon frullato di smartphone!


Curiosità: lo smartphone che si carica con la Coca Cola!

16:19

Questa notizia non ha molto a che vedere con il mondo Android se non per il fatto che quello che stiamo per dirvi potrebbe un giorno essere preso in considerazione da aziende produttrici di dispositivi Android. Si tratta, appunto, di semplice curiosità che però risulta davvero interessante sotto molti punti di vista.
Lo smartphone che vi mostriamo è stato realizzato dal progettista cinese Daizhi Zheng, che ha costruito il dispositivo per Nokia. Il device è in grado di trasformare, non solo Coca Cola ma qualsiasi bevanda zuccherata, in energia per la bio batteria. Tale bio batteria è in grado di produrre energia elettrica direttamente dai carboidrati contenuti nelle bevande, ed utilizza enzimi specifici che funzionano come catalizzatori. Grazie a questo particolare meccanismo, vengono a generarsi ossigeno ed acqua che fungono da “motore” per la produzione dell’energia.
Volete sapere se questo tipo di batteria è valida oppure no rispetto alle classiche batterie al litio? La risposta è: decisamente si! Una batteria del genere riesce ad offrire un’autonomia di ben 4 volte superiore rispetto alle batterie al litio (si, avete capito bene, 4 volte superiore) e guardano molto anche alla salute dell’ambiente.



Followers

About Us

Recent